Il "Pane di Chiaserna"

Tipologia:

pane di grano tenero a lievitazione acida - forma classica a filone - alveolatura regolare, spugnosa, di colore bianco tendente al grigio - sapore leggermente acidulo.

Da alcuni decenni, il "Pane di Chiaserna", grazie al lavoro sapiente dei forni locali, è apprezzato in tutto il territorio umbro / marchigiano.

Alle falde del Monte Catria, Chiaserna, con i suoi 800 abitanti, rappresenta una frazione del Comune di Cantiano nella Provincia di Pesaro-Urbino.

In questo Comune di 2500 abitanti, la panificazione costituisce una delle attività tra le più importanti dal punto di vista economico, sia per la vendita sul territorio umbro-marchigiano, sia perché il "Pane di Chiaserna" viene puntualmente acquistato da tutti i visitatori del Monte Catria.

Il segreto, oltre all’eccezionale qualità dell’acqua del Monte Catria, risiede interamente nel rispetto della semplicità e della tradizione. Il "Pane di Chiaserna" infatti nasce il giorno prima. L’impasto acido (detto anche "madre") proviene dall’impasto del giorno precedente, tempo necessario affinché utili microrganismi fermentino in tutta calma. La totale assenza di additivi, conservanti e agenti miglioratori fanno il resto.

I "Pane di Chiaserna" viene utilizzato particolarmente nella ristorazione e servito come base per crostini al tartufo. Cantiano si trova nella zona del Tartufo Bianco Pregiato della Valle del Balbano che e dentro il territorio conosciuto in tutto il mondo per il Tartufo Bianco Pregiato di Acqualagna (PU) .

E’ consigliato nelle diete ipocaloriche, in quanto è un alimento privo di sale e facilmente digeribile.

Il “Pane di Chiaserna” mantiene naturalmente la sua fragranza per alcuni giorni.

© Grafica e Design G.Lucarini